Il mondo che vorrei esiste già.

Il mondo che vorrei esiste già. Esiste non solo perché è stato pubblicato un bel romanzo
– a proposito chi desidera acquistare la versione cartacea può contattate l’autore o gli editori, se invece desiderate l’e-book potete scaricarlo da Amazon – non solo perché abbiamo presentato il romanzo lo scorso 6 dicembre al Cascina Parco Gallo. Il mondo che vorrei ora esiste perché insieme, in cerchio, per la prima volta, abbiamo consumato uno dei riti fondamentali dei progetti partecipati. Perché la meta è il percorso ed il percorso è iniziato così.

PC060167b Ed ora? Che si fa? Beh.. prima di tutto se non l’avete fatto leggete il romanzo, è certamente un primo spunto di riflessione, anche se non è un passaggio obbligato per iniziare a partecipare. Il romanzo rappresenta una storia, la narrazione che appartiene ad specifico autore, Flavio. Ora si tratta di costruire insieme una narrazione collettiva, la nostra storia.

Potete accedete alla pagina facebook che abbiamo appositamente creato per confrontarci, mettere “mi piace” se lo volete, in modo da restare sempre aggiornati.

E poi?
La cascina?
Dov’è? Quando ci entriamo? Cosa ci facciamo? Come possiamo aiutare?
Daremo risposte, insieme, a tutto..

Se anche tu, con il tuo percorso e la tua storia, credi sia arrivato il momento di pensare ad altre vie, altre soluzioni, altri orizzonti. Se anche tu, con le tue passioni e le tue competenze, desideri tornare a vivere di piccole cose, alla terra, alle arti dimenticate, e pensi si debba trovare un modello economico diverso. Se anche tu, con i tuoi dubbi e le tue difficoltà, credi comunque nella partecipazione e nei progetti condivisi. Continua a seguirci, e passaparola. 😉